Ultimi ascolti...

mauro paternò?!

13 giugno 2006

Morte di un paio di pattini

Venerdì 9 giugno, un tranquillo giro con la morosa e il mitico Max... sembra tutto ok... ho appena cambiato le ruote dei miei pattini della Decathlon, quelli sfigati che adesso sono venduti a 39 euro (io li avevo pagati 10 euro in più a settembre).
Si parte dal Prato della Valle per poi andare in centro e tornare indietro, in quella che ormai, dal 2 giugno scorso – giorno in cui io e mia morosa con nostro grande stupore riuscimmo a farla per la prima volta senza ucciderci e senza cadere nemmeno una volta, aiutati dal Breso e da Fiore – è diventata una piacevole consuetudine.
Arrivato in centro, in Piazza dei Signori perdo la vite della ruota anteriore del pattino sinistro e mi ritrovo in panico totale: che faccio? Non ho con me le scarpe, lasciate in macchina, of course. Mettersi scalzo e tornare in Prato a piedi o proseguire con le sole tre ruote posteriori? Optno per la seconda (una volta il Breso al corso ci aveva già fatto provare per un po’ l’ebbrezza di andare senza le ruote anteriori per una decina di minuti, al fine di aiutarci a migliorare la sensibilità sul pattino). L’idea è quella di tornare indietro subito, facendo un giro un po’ più lungo per evitare i tratti col fondo in porfido. Ci portiamo quindi sulla circonvallazione ovest, di fronte al “cinema” Cristallo e poco prima di giungervi, perdo l’altra ruota anteriore. Nulla da fare, devo andare avanti così.



Proseguiamo fino alla chiesa della Sacra Famiglia, deviazione attraverso la città giardino per evitare il traffico, poi via fino alla chiesa di Santa Giustina, dietro la quale ho lasciato la macchina. Ci avremo messo tre quarti d’ora... senza cadere nemmeno una volta.



ERRROOOOOOEEEEE NEL VENTOOOOOOOOOUUUUUUUU!!!

Per la cronaca, alla fine il giorno dopo sono stato costretto a correre in fretta e furia a comprarmi dei pattini nuovi, ed ho optato per un paio di Rollerblade Astro 6. Telaio in alluminio, chiusura semplicissima, ruote da 80 e cuscinetti ABEC 5. Un bel salto di qualità rispetto ai vecchi pattini sfigati. E sono pure belli.



, .

1 commento:

cb ha detto...

cronaca di una morte annunciata.
nessun paio di pattini ha vita eterna ma quelli giocattolo ce l'hanno proprio breve se vengono usati al di fuori dei corridoi e dei cortili di casa propria